Arena Estiva: i numeri di un grande successo

Arena Estiva Forlì
Con l’Arena Estiva al San Domenico abbiamo garantito qualcosa di assolutamente nuovo in città: un cartellone estivo strutturato, variegato e di grande qualità.
Questa nuova rassegna ha dato una continuità alla programmazione culturale forlivese che non c’era e che la cittadinanza aspettava: nelle quattro edizioni dal 2020 al 2023 abbiamo dato vita a oltre 300 eventi a cui hanno partecipato 75.000 persone.
Abbiamo voluto dare la possibilità di scegliere tra i tantissimi eventi proposti seguendo il motto “ogni sera uno spettacolo”: tra musica, commedie, balletti, musical, spettacoli per famiglie, incontri culturali e serate all’insegna del cinema, il pubblico ha potuto costruirsi una coscienza culturale propria e personale, potendo scegliere tra proposte per tutti i gusti.
Portando avanti il criterio della sussidiarietà abbiamo coinvolto più di 100 associazioni e realtà locali del territorio, dando loro un luogo in cui raccontarsi, esibirsi e farsi conoscere.
Hanno potuto usufruire dello spazio in modo gratuito, utilizzando anche il service audio – video, un palco dotato di struttura di copertura in americana, un tecnico in assistenza di ogni serata, maschere e allestimento della location, per un valore complessivo di oltre 200.000 euro.
Numerose sono state anche le serate ad ingresso gratuito, allargando così l’accessibilità a questo meraviglioso contenitore riaperto alla cittadinanza.
Tantissimi sono stati gli spettacoli sold out: è stato un segnale chiaro e forte mandato che la città ci ha mandato e che abbiamo raccolto potenziando le proposte.
Nell’estate del 2020, l’Arena è stato uno dei pochi strumenti a livello nazionale che il settore dello spettacolo ha potuto utilizzare per continuare a lavorare in tutta sicurezza: i ringraziamenti delle compagnie sono stati emozionanti e ci hanno davvero scaldato il cuore.
Quest’anno l’Arena Estiva si sposterà alla Rocca di Ravaldino, riaprendo così un luogo bellissimo e identitario sempre attraverso la cultura.
Con questa rassegna abbiamo dimostrato un punto importante: anche quando la città si svuota, la cultura rimane, sempre accanto e a disposizione di chi sceglie di viverla, ogni giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *